*
*

 L'ARMADIO: COME ORGANIZZARE LO SPAZIO INTERNO

 
 
Come scegliere l'armadio, simbolo del tuo stile e della tua personalità?
Dopo aver individuato l'armadio che rispecchia i tuoi gusti in fatto di design e materiali, è bene dedicare attenzione alla sua suddivisione interna per poterlo rendere funzionale e comodo.  In questo caso bisogna far collimare le tue esigenze con le caratteristiche contenitive dell'armadio.
 
Un primo passo è l'analisi dei tuoi reali bisogni. Che tipo di abiti possiedi?Quali sono le tue abitudini organizzative: ami piegare o appendere? Ti piacciono i cassetti o gli scatoloni? Hai vestiti o pantaloni? Ami il caos creativo o l'ordine?
 
 Il passo successivo è conoscere gli elementi e gli accessori dell'armadio:  mensole,  cassettiere interne, porta pantaloni, porta cravatte, porta scarpe, ripiani, specchi, luci, bastoni, servetti, ripiani estraibili, vani a diverse altezze. Sono tutti elementi utili che combinati al meglio ti permettono di avere un armadio super-organizzato.
 
 Ecco alcuni consigli che potranno guidarti nella scelta : se utilizzi molti gli abiti lunghi ti occorrerà un vano con un'altezza minima di cm 160 per appenderli senza spiegazzarli. Gli abiti al ginocchio necessitano di vani alti cm 130. Le giacche e le camicie  hanno bisogno di vani alti cm 100. Per  capi facili da piegare devi prevedere più mensole o  cassetti.  Le borse hanno bisogno di ripiani ad altezze ridotte; per le sciarpe e i foulard adotta i multi-ganci. Ricorda di  aggiungere lo spazio per la biancheria della casa: vani ampi e alti per accogliere coperte, piumini, teli etc. 
 
Concludiamo aggiungendo che con un armadio battente quattro stagioni, e un ottima suddivisione interna, ti concedi il lusso di saltare il fatidico cambio di stagione.  Un armadio complanare, con i suoi ampi vani,  ti offre un campo visivo maggiore  e sai subito dove sono le cose che ti occorrono.
La scelta è legata alle tue priorità.





"Puoi amare solo quando sei felice dentro di te. L'amore non può venire aggiunto dall'esterno. Non è un indumento che puoi indossare." Osho